Home Brani ÀNIMA MIA TU M' À' ARRUPATU U CORE
Brano


 

verso iniziale identificativo:


 

 

ÀNIMA MIA TU M' À' ARRUPATU 'U CORE

ANIMA MIA TU MI HAI RUBATO IL CUORE

 

1

2

3

4

5

6

7

8

ÀNIMA MIA TU M' À' ARRUPATU U CORE

N' URA SENZA RE TIE NUN PÙOZZU STARE

TE CHJAMU BELLA SEMPRE 'N TUTTE L' ORE

RÌCEME PPE PIETÀ CH' ÀJU RE FARE

IO SÌENTU 'NTRA LU PÌETTU GRAN DULORE

VORRÌA LASSARTI E NUN LU PÙOZZU FARE

TE SI' STAMPATA 'M MÌENZU RE SSU CORE

PPE CHISSU NUN TE PÙOZZU ABBANNUNARE

ANIMA MIA TU MI HAI RUBATO IL CUORE

UN'ORA SENZA DI TE NON POSSO STARE

TI CHIAMO BELLA SEMPRE A TUTTE LE ORE

DIMMI PER PIETÀ CHE DEVO FARE

IO SENTO NEL PETTO GRAN DOLORE

VORREI LASCIARTI E NON LO POSSO FARE

TI SEI STAMPATA IN MEZZO A QUESTO CUORE

PER QUESTO NON TI POSSO ABBANDONARE

1

2

3

4

5

6

7

8


trascrizione testo

Grottola, Pierluigi

traduzione

Spina, Eleonora

luogo/luoghi di riferimento

Pedace (CS) – Calabria – Italia

fonte

De Luca, Annunciato, Profilo rapido delle vicende pedacesi intorno al convento di S. Francesco di Paola, Fasano Editore, Cosenza, 1978, p. 53

tipologia brano

CANTI E STROFETTE

tema

AMORE

DESIDERIO

CUORE

diritti sul brano

tradizionale - pubblico dominio

pagina aggiornata alla data

23 ottobre 2008






Scheda Brano
Verso iniziale identificativo: ÀNIMA MIA TU M' À' ARRUPATU U CORE
Luogo di rilevazione: Pedace
Luogo di riferimento: Pedace
Fonte: De Luca, Annunciato
Tipologia Brano: CANTI E STROFETTE
Tema Brano: AMORE
DESIDERIO
CUORE



Commento/Parafrasi:

La presenza di parole-rima come ORE, DULORE (con la terminazione in -ore, versi 3 e 5, invece che URE, DULURE), accanto alla forma LASSARTI (verso 6, invece che TE LASSARE) sembrano attestare una provenienza non autoctona di questi versi.

(Pierluigi Grottola)














Registrati qui per lasciare un commento

< Ritorna alla lista dei brani